Referendum costituzionale 2016

Referendum costituzionale 2016

4 dicembre 2016 – data ufficiale, proposta dal Premier Renzi e approvata dal Consiglio dei ministri, del referendum costituzionale sul disegno di legge Renzi-Boschi.

Mancano meno di 2 mesi in cui tutti i cittadini italiani saranno chiamati a votare. Ma davvero siamo tutti pronti a questo referendum? Abbiamo ben in chiaro cosa cambierà o resterà della Nostra Costituzione? In breve un semplice riepilogo per capire meglio se votare “SI” o “NO”.

Iniziamo a conoscere quello che troveremo scritto nella nostra scheda elettorale: un testo semplice (forse), sotto forma di domanda:

Approvate voi il testo della legge costituzionale concernente disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del CNEL e la revisione del titolo V della parte II della Costituzione approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 88 del 15 aprile 2016?”.

Alla fine del testo troveremo 2 caselle da barrare: “SI” o “NO”.

Ma cosa vuol dire: bicameralismo paritario; riduzione del numero dei parlamentari; soppressione del CNEL; cosa ci chiedono davvero di cambiare?

Cerchiamo di capire al meglio questa “scheda elettorale” ed il perché, votando “SI” miglioreremo cambiando la Costituzione, oppure, votando “NO” miglioreremo restando allo stato attuale:

  1. Bicameralismo paritario:

Attualmente la Camera dei deputati ed il Senato, hanno gli stessi compiti e gli stessi poteri. Introducendo la modifica richiesta (quindi votando SI), si andrebbe al superamento del bicameralismo prioritario, cioè, si andrebbero a limitare le funzioni del Senato e quindi non ci sarebbero più gli stessi compiti e gli stessi poteri della Camera. Quindi, vincendo il SI, le proposte di legge saranno autorizzate solo dalla Camera tranne, che per varie materie, il Senato avrà al massimo 40 giorni per discutere e proporre nuove modifiche e comunque, la Camera esprimerà la sua decisione finale.

2) Riduzione del numero dei parlamentari:

Se il disegno di legge venisse approvato con la maggioranza del SI, verrà ridotto il numero dei parlamentari, perché, modificando il bicameralismo come descritto in precedenza, questo comporterebbe anche una riduzione dei senatori dagli attuali 315 ai soli 100 divisi in:

  • 74 consiglieri regionali;
  • 21 sindaci;
  • 5 di nomina del Presidente della Repubblica.

3) CNEL e varie proposte:

Oltre a quanto appena descritto, la nuova legge costituzionale (in caso di SI), prevederebbe in definitiva l’abolizione delle province (tranne quelle autonome di Trento e Bolzano), che verranno sostituite, in parte, dalle città metropolitane.

Sarà anche abolito il Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro – CNEL (e con esso i suoi 65 membri), favorendo cosi uno “snellimento” delle istituzioni, il quale, fino ad oggi, ricopre funzioni di consulenza e iniziativa legislativa in supporto del Governo e delle Regioni.

In questo modo i consiglieri regionali non potranno percepire un’indennità più alta di quella del sindaco del capoluogo di Regione ed i gruppi regionali non avranno più il finanziamento pubblico.

la-costituzione-italiana

Ovviamente, votando “NO”, la Nostra attuale Costituzione non cambierà rimanendo inalterata.

di Benedetto Tessitore

Annunci

Autore: Benedetto Tessitore BFPHOTOSTORIE

Sono un sognatore fatalista, un anarchico disciplinato che segue le sue regole di vita nel rispetto più assoluto… amo viaggiare con la mia Harley-Davidson ed immortalare gli attimi fuggenti della mia vita attraverso una fotografia. Vedere il mondo in sella alla propria moto e sentire la libertà superare il nostro destino… Siamo angeli con un'ala sola, solo restando abbracciati possiamo volare. BFPHOTOSTORIE On The Road!!!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...