NUOVO PATTO SALUTE CON IL SECONDO PILASTRO SANITARIO

RBMS_1

NUOVO PATTO SALUTE CON IL SECONDO PILASTRO SANITARIO

Richiesti nuovi tagli alla Sanità, il Consigliere Delegato RBM Assicurazione SaluteMarco Vecchietti, chiede al Governo un’alleanza pubblico-privato per promuovere un Secondo Pilastro Sanitario aperto a tutti i cittadini sbloccando immediatamente risorse aggiuntive con la Sanità Integrativa e lavorare subito per costruire con Regioni e Parti Sociali un Fondo Sanitario Nazionale pari alla cifra record di 126 miliardi di euro: NUOVO PATTO SALUTE CON IL SECONDO PILASTRO SANITARIO.

E’ arrivata una vera e propria doccia gelata da Palazzo Chigi in merito ai possibili tagli al Fondo Sanitario Nazionale, tra 1 ed 1,7 miliardi, che rimarrebbe fermo a quota 111 miliardi senza l’incremento previsto nel Def. In questo modo non sarà possibile per il 2017 e gli anni futuri, il venir meno di servizi essenziali per i cittadini: RBM Assicurazione Salute chiede al Governo, al Ministro dell’Economia e delle Finanze e al Ministro della Salute l’istituzione urgente di un tavolo di confronto per l’avvio di un Secondo Pilastro Sanitario che affianchi strutturalmente il Servizio Sanitario Nazionale. 

I possibili ulteriori tagli al Fondo Sanitario Nazionale -dichiara Marco Vecchietti Consigliere Delegato di RBM Assicurazione Salute-, rendono improrogabile la convocazione urgente di un tavolo di lavoro per rendere disponibili i 15 miliardi di euro attualmente spesi dagli Italiani in sanità privata che l’introduzione di un Secondo Pilastro Sanitario aperto a tutti i cittadini potrebbe recuperare a supporto delle politiche del Servizio Sanitario Nazionale, portando indirettamente la dotazione del Fondo Sanitario Nazionale alla cifra record mai raggiunta di 126 miliardi di euro”.

Lo ripetiamo ormai da anni – conclude Vecchietti – bisogna mettere a punto una nuova strategia per la Sanità in Italia che rilanci un’alleanza pubblico – privato affiancando strutturalmente un Secondo Pilastro Sanitario ancillare al Servizio Sanitario Nazionale. Diversamente il Sistema Sanitario è destinato al collasso. La situazione che abbiamo di fronte, infatti, è sempre più preoccupante e paradossale. Non dimentichiamoci che a metà agosto, con una certa enfasi, venivano approvati i nuovi Livelli Essenziali di Assistenza. Oggi a poco meno di un mese bisogna prendere atto, come a dire il vero temevamo, che i relativi finanziamenti non sono sufficienti. 

Per risolvere il problema non si può continuare ogni trimestre a mettere in discussione il finanziamento del Servizio Sanitario Nazionale cercando di garantirne la sostenibilità e la qualità delle cure solo attraverso l’efficientamento organizzativo e la razionalizzazione dei costi. La spesa sanitaria nazionale è di quasi il 30% inferiore a quella dei Paesi EU14 con una forbice che, anche in percentuale del PIL, continua a divaricarsi di anno in anno. Se non si interviene, quindi, sulla diversificazione delle fonti di finanziamento intermediando in modo consistente la spesa sanitaria privata e alleggerendo contestualmente il carico sui redditi del le famiglie italiane il problema non potrà che crescere”.

L’incontro avvenuto con la Commissione Europea ed i conseguenti tagli ipotizzati tempestivamente dal Ministero dell’Economia, necessari per rispettare gli impegni italiani, non daranno altro, che in mancanza di un Piano Strategico per la Sanità in Italia, tra pubblico e privato, al costringere i cittadini italiani a dover pagare un Servizio Sanitario Nazionale, senza risultati positivi.

di Benedetto Tessitore

 

Annunci

Autore: bfphotostorie

Sono un sognatore fatalista, un anarchico disciplinato che segue le sue regole di vita nel rispetto più assoluto… amo viaggiare con la mia Harley-Davidson ed immortalare gli attimi fuggenti della mia vita attraverso una fotografia. Vedere il mondo in sella alla propria moto e sentire la libertà superare il nostro destino… Siamo angeli con un'ala sola, solo restando abbracciati possiamo volare. BFPHOTOSTORIE On The Road!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...