No alla strada intitolata a Giorgio Almirante a Noventa Vicentina!

No alla strada intitolata a Giorgio Almirante a Noventa Vicentina!

Girando per le strade italiane, ci potrebbe capitare di entrare in Via Giorgio Almirante (Vigasio VR, Corropoli TE, Rieti, Fabbrica di Roma VT, Torremaggiore FO, San Marco in Lamis FO, Foggia, Frignano CE, Aversa CE, Montecorvino Rovella SA, Ginosa TA, Mottola TA, Locorotondo BA, Praia a Mare CS, Torre Santa Susanna BR). In Veneto nasce il dibattito “No alla strada intitolata a Giorgio Almirante a Noventa Vicentina” in provincia di Vicenza.

Perché questo non volere una strada dedicata ad Almirante proprio in questa cittadina e cosa più importante, chi è e cosa ha fatto Giorgio Almirante per avere l’onore di una strada dedicata?

Giorgio Almirante nacque a Salsomaggiore Terme il 27 giugno del 1914 e morì a Roma il 22 maggio del 1988. Ebbe un ruolo importante nel mondo politico ricoprendo la carica di segretario del Movimento Sociale Italiano, partito politico di destra. La sua famiglia, di origine aristocratica molisana, ricoprì, nel lontano 1691, il ruolo di duchi di Cerza Piccola (Cercepiccola). Il nonno Nunzio, il padre Mario e lui stesso, furono attori e registi del cinema muto. Nella sua vita ebbe sempre ruoli importanti. Finti gli studi, iniziò la sua carriera come cronista presso il quotidiano fascista Il TevereNel 1933 ebbe l’incarico di montare come “Guardia d’Onore” alla Mostra della Rivoluzione, ricordando la sua esperienza in un articolo pubblicato sul Tevere: “Ritengo che entrare nella Mostra della Rivoluzione costituisca un onore che non va disprezzato; entrarvi, poi, vestendo la divisa di una organizzazione fascista, entrarvi per montare la Guardia d’Onore, è una fortuna che non deve essere gettata al vento. […]”. In quegli anni Almirante solidificò la sua fede fascista animato da una sincera e profonda lealtà verso il Duce.

Perché non voler intitolare a Noventa Vicentina una strada a Giorgio Almirante? Come mai in Italia esistono già Vie con il suo nome ma in Veneto no?

Noventa Vicentina, provincia di Vicenza, si trova a circa 10 minuti da Vo’ Vecchio – Padova. Durante il periodo della Seconda Guerra Mondiale, Vo’ Vecchio, fu un campo di concentramento, uno dei 31 campi di concentramento istituiti dalla Repubblica Sociale Italiana dove vennero rinchiusi 48 ebrei padovani e, nel lontano luglio del 1944, furono poi deportati – dai miliziani fascisti – alla Risiera di San Sabba e poi ad Auschwitz. In quegli anni di guerra, Giorgio Almirante ricopriva la carica di redattore capo del periodico La Difesa della Razza e volontario della Repubblica Sociale Italiana complice consenziente della deportazione di esseri umani uccisi nei campi di sterminio nazisti.

Dedicare una Via in un luogo pubblico del nostro Paese, proprio sulle strade di Noventa, sarebbe “una macchia indelebile” per la nostra cultura.

E voi, cosa ne pensate?

Firma la Petizione 

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...