www.instagram.com/p/B7QbzBIC7CC/

Motor Bike Expo 2020: Verona Fiere, un weekend ricco di emozioni.

Motor Bike Expo 2020: Verona Fiere, un weekend ricco di emozioni.

Dal 16 al 19 gennaio sarà dato il via alla 12° edizione del Motor Bike Expo 2020 a Verona Fiere. Un appuntamento da non perdere con moto special e divertimento assicurato. Si conterà un record di presenze maggiore rispetto agli anni precedenti. Tante le persone quest’anno che potranno ammirare l’intera ed ampia area esterna più i vari padiglioni interni composti da numerosi stand dove si avrà la possibilità di ammirare tutte le novità del nuovo anno.

Le Case costruttrici, come ad esempio Harley-Davidson, BMW, Ducati, etc…, mostreranno con orgoglio i loro modelli, affiancati da pezzi unici e rari nel loro genere, custom, prototipi e concept bike, renderanno la manifestazione piacevole in tutti i sensi. Non mancheranno i marchi di abbigliamento tecnico importanti per il benessere e la sicurezza di ogni motociclista. 

Verona, la regina del mondo custom, pavoneggerà il marchio Harley-Davidson con la sua nuova gamma, inclusa la nuovissima LiveWire 2020 ed i super modelli BMW, Ducati, special Scrambler con le nuove Café Racer, Moto Guzzi, Triumph, e tante altre novità presenti al new Motor Bike Expo 2020.

Rally Dakar 2020… e le sue origini

La 42ª edizione del Rally Dakar 2020 si sta svolgendo per la prima volta in Arabia Saudita, dopo gli undici anni passati in Sud America. Iniziata il 5 gennaio di questo nuovo anno, terminerà dopo ben 12 tappe il 17 gennaio. Tutti conoscono da anni questa grande competizione ma forse non tutti ricorderanno le origini della famosissima Parigi-Dakar e del suo fondatore Thierry Sabine, originario della Francia.

Thierry era un giovane ricco, spensierato ed alquanto spericolato in cerca di adrenalina. Una sua passione che gli fece da guida in tutta la sua vita. L’idea di Thierry nacque quando si ritrovò tre giorni e tre notti disperso nel deserto del Ténéré, privo di cibo ed acqua durante una folle gara di rally formata – esclusivamente – da matti coraggiosi ed incoscienti, amanti dell’adrenalina pura ed in cerca di stimoli oltre ogni limite. Un percorso di ben 15mila chilometri tra piste disconnesse del deserto pronti anche a sfidare la morte. «Il deserto mi ha lasciato vivere, il deserto mi richiama», queste furono le parole pronunciate da Thierry Sabine anni prima della sua scomparsa, quasi a sembrare una “tragica profezia”.

Soltanto una folle idea… il Bel Sabine riuscì a portare la sua folle idea in una vera passione per amanti del rischio e tramutarla così in uno dei più grande avvenimenti sportivi. Partendo dalla capitale parigina fino alla spiaggia disconnessa del Dakar. Una delle più belle gare sorprendenti e desiderate, dove i vari piloti erano ben coscienti del pericolo e dei terribili rischi che si celavano dietro ogni tappa rallystica .

Nel 1979 la prima edizione della Parigi-Dakar, con i primi incidenti e le prime vittime, le prime distruzioni di ogni genere di veicolo a 2 e/o 4 ruote. Una “feroce” ma seducente gare per i più arditi. La legge della Paris-Dakar è una sola: «Una corsa che insegna una cosa, che bisogna sbrogliarsela da soli». Un’emozione unica nel suo genere per i più intraprendenti del brivido e dei più “fanatici” disposti a raggiungere il proprio limite e vivere questo straordinario ambiente fra i più ostili e pericolosi.

La tragica profezia: Era il lontano 1986, 14 gennaio per l’esattezza, quando, durante un volo di perlustrazione sulla traiettoria di Paris-Alger-Dakar, un elicottero si schiantò causa una forte tempesta di sabbia. Questo fatale incidente provocò la morte di quattro piloti, tra cui il padre del grande rally: Thierry Sabine. Una morte non prevista in una maledetta giornata qualunque. Un simbolico trentaseienne parigino definito come un eroe romantico dal carisma pragmatico, morto dalla sua stessa – crudele e splendida – creatura. Un prezzo da pagare per sentirsi dei veri eroi che hanno reso unici quei momenti passati nella loro gloria.

La Moto Befana tutte le feste porta via…

La MotoBefana di Bassano del Grappa conclude sicuramente i raduni delle feste natalizie ma non di certo tutti quelli previsti per il nuovo anno 2020. Finisce ed inizia così un nuovo anno con l’arrivo dei tanti motoraduni in programma per appassionati e veterani del settore.

Anche lunedì 6 gennaio 2020, il Moto Club Ponte di Bassano ha organizzato il 13° moto incontro a carattere regionale – MotoBefana – di gran successo, grazie al gruppo dei soci che hanno lavorato sodo per la realizzazione di tale evento, al supporto essenziale delle donne/streghette, ed ai tanti partecipanti che hanno invaso la città con le loro due ruote di serie. Alla manifestazione è stata presente la fanfara dell’associazione nazionale Bersaglieri di Marostica dove con i loro squilli di tromba hanno suonato una marcia allegra e vivace allo stesso tempo, con la voglia di far correre anche i più sciancati… graditissima l’esposizione delle Moto d’Epoca con la rituale benedizione di tutte le moto partecipanti.

Tra le centinaia di bikers di vario stile e genere, dalle custom alle enduro, dagli harleysti ai corsaioli, non poteva mancare il Moto Club di Treviso Cilindri Storici, accompagnati come sempre dal gruppo dei Bikers Trevigiani, dove si sono uniti in questa splendida giornata invernale, e dove la cornice del luogo ha sicuramente fatto la sua bella parte, ai numerosi motociclisti che hanno reso unica questa 13° edizione della MotoBefana.

Non resta che attendere il prossimo anno ed in tanto goderci questo nuovo decennio del 2020…

leggi l’articolo completo su #trevisotoday : http://www.trevisotoday.it/social/segnalazioni/moto-befana-epifania-treviso-8-gennaio-2020.html

#bfphotostorie #ontheroad #bendynamiteweaver #samudynamiteweaver #harleydavidson #dynafatbob #support81 #mototurismo #hog #biker #thedisinguishedgentlemansride #tucanourbano #inmotoallinfinito #buonastrada #oldschool #dueruote #inmoto #insella #trevisocilindristorici #bikerstrevigiani #hdtreviso #photoreporter #lamiapassione #adventurejournalist #dgrtreviso #italy500miles #buon2020 #motobefana

Ricomincio da… più di tre!

Come diceva il grande Massimo Troisi: «Chell ch’è stato è stato… basta, ricomincio da tre… tre cose me so’ riuscite dint’a vita, pecché aggia perdere pure chest? Aggia ricomincia’ da zero? Da tre!» (Cit. Ricomincio da tre, un film del 1981 diretto da Massimo Troisi).

Bene, io invece voglio ricominciare una nuova vita portandomi dietro un po’ più di tre cose… perché sì, tra alti e bassi, ho fatto più di tre cose buona nella mia vita passata… e allora, quale occasione migliore quella di iniziare questo nuovo 2020 in positivo, cercando di raggiungere quanti più buoni propositi possa realizzare. Ormai il passato è andato e non si può di certo cambiare ma sicuramente possiamo modificare al meglio il nostro presente e dare più vita al nostro futuro… il mondo è in continua evoluzione e la nostra vita lo segue a pari passo, non è più tempo di lasciarsi sfuggire il nostro “Carpe diem”,cogliere l’attimo rendendo straordinaria la vostra vita (L’attimo fuggente, un film del 1989con protagonista Robin Williams).

Amo definirmi un sognatore fatalista, un anarchico disciplinato che segue le proprie regole di vita nel rispetto più assoluto… amo viaggiare con la mia Harley-Davidson ed immortalare gli attimi fuggenti della mia vita attraverso una fotografia. Osservare il Mondo in sella alla mia moto e sentire la libertà superare il mio destino… solo viaggiando possiamo allargare i nostri orizzonti e affrontare nuove sfide. La strada ci insegna a scoprire nuovi posti, curiosare e capire ciò che il Mondo ci nasconde. Si può viaggiare con qualsiasi mezzo… nel mio caso prediligo la moto con cui riesco a muovermi di più ed avere allo stesso modo il tempo necessario per osservare ciò che mi circonda. Con la mia Harley, forse non sempre il mezzo più comodo, trasformo un qualsiasi spostamento, anche quello più banale, in una vera e propria avventura. Sento la pioggia che mi bagna, il sole che riscalda il mio viso… una carica di emozioni associata ad un battito di cuore che ti porta a dimenticare tutto il resto, staccare la spina ed accendere la tua passione che ti libera dai problemi di ogni giorno. Grazie a tutto ciò, ho avuto la possibilità di conoscere tante persone in giro per il mondo, unite tutte dalla mia stessa passione, profonda ed indelebile, delle due ruote. Ho deciso di condividere questa passione scrivendo articoli che parlano, per l’appunto, di H-D, chopper, custom, motociclette di ogni tipo e tutto ciò che riguarda il mondo che noi tanto amiamo, proprio come un vagabondo che viaggia senza meta in una città abbandonata dai suoi ritmi quotidiani e dove il vento porta via i pensieri di una vita non più libera. Immaginate di trovarvi davanti ad un bivio e di essere spinti dalla vostra voglia di abbandonare la vecchia strada piena di buche e macchie d’olio che ricoprono l’asfalto ed intraprendere invece una nuova strada tutta da scoprire… bene, questo è quello che voglio fare, ascoltare il crepitare del metallo caldo, asciugare le cromature che rendono unica la nostra compagna di viaggio e con lei iniziare un nuovo percorso attraverso la lettura di chi come me, sofferente di nostalgia, imparerà a scoprire nuove storie… buona strada a tutti!!!

Segui i miei canali social: InstagramFacebookTwitter

Motobabbo 2019, una giornata solidale baciata dal sole

Si è svolta in una splendida cornice autunnale la 16° edizione del Motobabbo, nella giornata di sabato 7 dicembre, a Mirano, in provincia di Venezia. Ampio spazio ad un evento solidale unico nel suo genere dove migliaia di motociclisti hanno contribuito a rendere felici tutti i bambini ospiti di Casa Nazareth. Straordinaria partecipazione del Moto Club Treviso Cilindri Storici, che con gli amici del gruppo Bikers Trevigiani, hanno dato un primo appuntamento in Piazza Duomo a Treviso. Un graditissimo arrivo a sorpresa del sindaco di Treviso Mario Conte, ha dato ancora maggiore importanza a questo incontro solidale, ricevendo così la benedizione per l’inizio di una pre-sfilata di Babbi natale su due ruote, con giro tra le Mura, fra stupore e meraviglia dei bambini che li osservavano passare in sella alle proprie motociclette, diretti in piazza Martini a Mirano per unirsi agli altri gruppi bikers, tra cui gli HOG del Treviso Chapter Harley-Davidson.

Commentano gli organizzatori: «Un sincero ringraziamento va in primis a Matteo Diamante, del moto club CBF-Honda Tourist, che in questa16° edizione del Motobabbo ha reso possibile stare bene e far stare bene le tante persone bisognose di affetto ed amore». Una vera e propria motosfilata di Babbi Natale on the road che hanno attraversato le vie dei Comuni adiacenti, fino al raggiungimento della meta finale, la parrocchia di Chirignago, per la consegna dei doni ai bambini di Casa Nazareth.

Ad accoglierli c’erano i volontari del fanciullo onlus, capitanati da Suor Licia Farinelli. L’obiettivo di questo 16° anno consecutivo di Motobabbo è stato raggiunto grazie anche alla presenza finale del Sindaco di Venezia Luigi Brugnaro e di tutti i sostenitore di tale evento benefico.

Un grande evento unico nel suo genere da non perdere, Buon felice Motobabbo 2020…

leggi l’articolo completo su #trevisotoday : http://www.trevisotoday.it/social/segnalazioni/motobabbo-treviso-7-dicembre-2019.html

#bfphotostorie #ontheroad #bendynamiteweaver #samudynamiteweaver #harleydavidson #dynafatbob #motobabbomi

Motobabbo 2019, torna il raduno di Natale tra moto e solidarietà…

Il moto club CBF – Honda Tourist, sarà lieto di aprire le porte a tutti i biker e non, a questa 16° edizione del Motobabbo di Mirano, un evento dedicato alla solidarietà, gratuito ed aperto a tutti i tipi di moto, quad, vespe e scooter, di ogni genere e marca. Anche quest’anno graditissima la partecipazione del Moto Club Treviso Cilindri Storici, accompagnati dai bikers trevigiani che apriranno una pre-sfilata attraversando le Mura di Treviso, per poi arrivare al ritrovo delle ore 13 di sabato 7 dicembre in piazza Martini a Mirano, aggiungendosi ai tanti gruppi di motociclisti provenienti da ogni parte d’Italia ed Europa. Alle 14 ci sarà la consueta estrazione della lotteria (biglietti omaggio per tutti i partecipanti) con ricchi premi. Alle ore 15 ci si preparerà per la motosfilata dei Babbi Natale, on the road, che sfileranno per le vie dei Comuni interessati fino alla destinazione finale, la parrocchia di Chirignago, per la consegna dei doni ai bambini di Casa Nazareth e dove alle ore 17:00 ci sarà il graditissimo buffet per festeggiare la felicità dei bambini, con i volontari del fanciullo onlus guidati da Suor Licia Farinelli, dove offrono accoglienza per minori in difficoltà.

Nella passata edizione, con ben oltre 830 moto e 1200 Motobabbi, sono stati donanti ben 70mila euro in beneficenza e la missione di quest’anno sarà quella di superare il record precedente, raggiungendo un unico obiettivo: stare bene e far stare bene le tante persone bisognose di affetto ed amore.

Evento da non perdere e Buon felice Motobabbo… leggi il mio articolo su #trevisotoday : http://www.trevisotoday.it/social/segnalazioni/motobabbo-raduno-beneficenza-treviso-7-dicembre-2019.html

#bfphotostorie #ontheroad #bendynamiteweaver #samudynamiteweaver #harleydavidson #dynafatbob #support81 #mototurismo #hog #biker #thedisinguishedgentlemansride #tucanourbano #inmotoallinfinito #buonastrada #oldschool #dueruote #inmoto #insella #cilindristorici #bikertrevigiani #hdtreviso #dmd #motobabbo #harleydavidsontreviso #dgrtreviso #gentlemansride #italy500miles